Ranieri: «Né concubina né moglie»: la femmina in frammenti e la supremazia del piede

di Daniela Ranieri, blog.panorama.it/carnation, 30 agosto 2013

Freud non fu molto tenero a riguardo: l’uomo che guarda il piede ha nostalgia del fallo, che manca nella donna; volendo ricrearlo per lenire lo choc della scoperta, si inventa la scarpa e il tacco, strumenti di mediazione, sostituzione e spostamento. Se però si vuole intendere, oltre che la sua chimica, l’alta e sottile tensione di questo struggimento, di questa impossibile ricerca di soddisfazione e perfezione, oltre al vetrino occorre l’occhio: bisogna leggere i capolavori della letteratura feticista.

Per proseguire la lettura e visionare le immagini correlate, cliccare sul link qui sotto:

http://blog.panorama.it/carnation/2013/08/30/%C2%ABne-concubina-ne-moglie%C2%BB-la-femmina-in-frammenti-e-la-supremazia-del-piede/

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...