Zavatti: con Dante alla scoperta della luce che «balugina» in noi

di Cesare Cavalleri, avvenire.it, 11 marzo 2015

Il commento di Giovanna Zavatti alle prime due cantiche dantesche in Con Dante. Dall’Inferno al giardino dell’Eden (Book Time, pp. 144, euro 14) non è meramente letterario, perché il viaggio di Dante nell’Aldilà non è solo letteratura, bensì percorso esistenziale che Zavatti interpreta secondo la Psicosintesi di Roberto Assagioli.
Nessun esoterismo, per carità. Assagioli (1888-1974) rielaborò la psicanalisi freudiana secondo una concezione dell’uomo non riducibile all’inconscio e agli istinti, prendendo invece in giusta considerazione la spiritualità e l’apertura al trascendente che caratterizzano l’umano. In compagnia di Zavatti, quindi, il viaggio di Dante diventa anche un viaggio alla scoperta di sé, in cui il lettore è chiamato a confrontarsi con il male e il bene che avverte nella coscienza, senza paura di chiamare con il loro nome gli impulsi e le tendenze che lo fanno vergognare, ma anche senza spegnere la luce che tuttavia balugina laggiù.

Per continuare:

http://www.avvenire.it/rubriche/Pagine/Leggere,%20rileggere/Zavatti%20%20con%20Dante%20alla%20scoperta%20della%20luce%20che%20%C2%ABbalugina%C2%BB%20in%20noi_20150311.aspx?rubrica=Leggere,%20rileggere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...