Silva: “Letta a telefono”

di Umberto Silva, ilfoglio.it, 15 luglio 2015

Enrico Letta è un esponente di quella délicatesse che fa perdere se non la vita, come cantava Rimbaud, certo l’occasione, quella sì: perse la presidenza del Consiglio dei ministri perché invece di dare il rituale campanello sulla testa del baldanzoso Renzi, come una bestiola votata al sacrificio glielo porse. Questa era la scena: l’uccellino accanto al gattone sicuro del fatto suo. In questi giorni Letta ha perso una seconda occasione di riscattare la sua micidiale gentilezza con un’uscita di quelle che fanno male, cedendo invece alla lusinga di un sussurrato rimbrotto. “Quelle frasi si commentano da sole”, ha risposto a chi gli ha dato dell’incapace. English style, non c’è dubbio, ma di recente persino l’impassibile principe Filippo, un tempo grande giocatore di polo, ha perso le staffe e ha investito d’insulti un fotografo che esitava a schiacciare il grilletto. L’aplomb non si porta più. E poi, davvero le frasi e il comportamento di Renzi rivelati dal Fatto quotidiano si commentano da sole? Anche Letta si commenta da solo? Ma no, ma no, i comportamenti e le frasi tocca ascoltarli e interpretarli, siamo noi che li commentiamo, ciascuno a suo modo.

Segue qui:

http://www.ilfoglio.it/la-politica-sul-lettino/2015/07/15/letta-a-telefono___1-vr-130837-rubriche_c193.htm

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...