C’era una volta Freud ora lo psicoterapeuta sarà un computer

Dal broker al medico: Science racconta i lavori che presto saranno svolti dalle macchine

di Silvia Bencivelli, repubblica.it, 17 luglio 2015

Guideranno le nostre automobili e i nostri aerei, ci assisteranno quando saremo malati, e forse arriveranno persino a scrivere i nostri giornali. Intanto, i computer già ci battono a scacchi e in borsa. E un futuro di convivenza stretta tra noi e loro potrebbe essere molto più vicino di quello che sembra. All’interazione prossima ventura tra uomini e intelligenze artificiali è dedicato un corposo speciale dell’ultimo numero della rivista Science, uscita ieri in tutto il mondo con l’ambizione di articolare un dibattito sempre più necessario: da una parte i progressi a cui nessuno vuole rinunciare, dall’altra i rischi su cui è arrivato il momento di confrontarci. L’intelligenza artificiale è un progetto di ricerca che (in termini moderni) ha più o meno sessant’anni. L’idea è quella di costruire macchine capaci di ragionare come esseri umani.

Segue qui:

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2015/07/17/cera-una-volta-freud-ora-lo-psicoterapeuta-sara-un-computer35.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...