Contributi – Cartoline erotiche da Derrida

Un libro in tre movimenti: il primo, straziato da una traduzione piena di errori, ricorda un romanzo epistolare che incorpori l’antica tradizione della lettere filosofiche

di Andrea Calzolari, ilmanifesto.info, 9 agosto 2015

Quando La Carte postale di Jac­ques Der­rida, ora edito da Mime­sis man­te­nendo, non si capi­sce per­ché, il titolo ori­gi­nale fran­cese (pp. 513, euro 28,00), uscì in Fran­cia nel 1980 destò non poche sor­prese: il filo­sofo rigo­roso e schivo che, nei volumi pre­ce­denti, aveva voluto non com­pa­ris­sero nem­meno le abi­tuali note bio­gra­fi­che in quarta di coper­tina – del resto erano gli anni in cui su «Tel quel», la rivi­sta della neo-avanguardia fran­cese a cui Der­rida col­la­borò tra il 1965 e 1971, si teo­riz­zava che è l’opera a fir­mare l’autore e non vice­versa – nella prima parte di que­sto libro, inti­to­lata Invii, pub­bli­cava un lungo epi­sto­la­rio ero­tico in cui, insieme a ser­rate e asi­ste­ma­ti­che anno­ta­zioni filo­so­fi­che, met­teva in piazza – o sem­brava met­tere in piazza – con nar­ci­si­stica impu­denza, sen­ti­menti, det­ta­gli bio­gra­fici, risvolti pri­vati della sua vita pub­blica, tic, risen­ti­menti e così via. Ma come appare fin dal titolo, le cose sono più com­pli­cate: que­ste let­tere, che si dicono scritte sul rove­scio di car­to­line postali, come tutte le car­to­line pos­sono infatti essere lette da chiun­que e pos­sono sem­pre non arri­vare a desti­na­zione; è una pos­si­bi­lità strut­tu­rale pro­pria a qua­lun­que let­tera, e in sostanza a qua­lun­que comu­ni­ca­zione. Alla tesi soste­nuta da Lacan nel cele­bre Semi­na­rio sulla «Let­tera rubata», secondo la quale una let­tera giunge sem­pre a desti­na­zione, Der­rida oppone l’eventualità che que­sto non suc­ceda: in altri ter­mini, la devia­zione non è neces­sa­ria, ma la pos­si­bi­lità di deviare è neces­sa­ria­mente iscritta in ogni invio.

Segue qui:

http://ilmanifesto.info/cartoline-erotiche-da-derrida/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...