Julia Kristeva: «Il matrimonio è un’arte da coltivare. Quotidianamente»

«L’incontro tra due persone è l’incontro delle loro infanzie, delle loro memorie e dei loro corpi: la coppia si incontra per caso e dura nel tempo come una conversazione», spiega la psicoanalista scrittrice che ha appena pubblicato il libro “Del matrimonio considerato come un’arte

di Farian Sabahi, iodonna.it, 4 gennaio 2015

Psicoanalista, con interessi di semiologia, studi di religione e sull’arte nella storia dell’Occidente, riflessioni sul femminile. Julia Kristeva è un personaggio poliedrico. Nata in Bulgaria nel 1941, esponente di punta della corrente strutturalista francese, nota per la trilogia sul genio femminile, ovvero per un’indagine su Colette, Hannah Arendt e Melanie Klein. Il suo ultimo libro si intitola Del matrimonio considerato come un’arte (Donzelli, Roma, 142 pp, €19) ed è stato scritto con il marito Philippe Sollers, nato a Bordeaux nel 1936, scrittore, saggista e filosofo. Julia Kristeva e Philippe Sollers sono due figure di spicco della cultura francese contemporanea. Dopo l’intervista sugli attentati di Parigi del 13 novembre, siamo tornati nel loro appartamento parigino, vicino ai Jardins du Luxembourg, per farci raccontare come funziona una coppia formata da due stranieri: il bisogno di armonizzare, le note stonate e l’armonia che ritorna.

Quali sono i segreti per una relazione di coppia duratura?
Non esiste un modello di felicità. Ognuno di noi cerca un incontro con l’altro. Ogni matrimonio è un incontro tra due corpi, due sensualità, due sguardi, due bocche, due nasi, due orecchie, due pelli e due sessi. È sulla base di questo accordo – come se si trattasse di violini, pianoforti o organi – che si costruisce anche una complicità che può essere un incontro di idee. Da qui nasce una complicità ideologica, filosofica, e talvolta una lotta politica e sociale.

La fortuna conta qualcosa?
Sì, nel senso che la coppia si incontra per caso e dura nel tempo come una conversazione. Si tratta di uno scambio. Alla domanda: che cosa dice vostra moglie? Che cosa dice vostro marito? I miei pazienti mi rispondono che non si parlano da tempo. Forse il segreto di un rapporto duraturo, se vogliamo restare nei cliché, è continuare a conversare.

Dopo cinquant’anni di matrimonio, lei di cosa parla con suo marito Philippe Sollers?
Parliamo di tutto, anche di attualità ma non solo, discutiamo di tutto. Niente escluso: di quello che facciamo, di calcio. Siamo degli appassionati di calcio e lo stesso vale per nostro figlio. Parliamo della musica che ascoltiamo, del tempo, della Siria, dell’immigrazione, del Papa, del lavoro che devo consegnare al mio editore, di nostro figlio, delle prossime vacanze. È un dialogo senza fine, ed è questo che nutre la nostra vita quotidiana.

Segue qui:

http://www.iodonna.it/personaggi/interviste-gallery/2016/01/04/julia-kristeva-il-matrimonio-e-un-arte-da-coltivare-quotidianamente/?refresh_ce-cp

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...