Bruno: “Il malessere è diffuso e i social sono la gogna”

Lo psicoanalista: “Spesso pesa un’assenza genitoriale. Ma a quell’età tocca alla scuola la funzione educatrice”

di Eleonora Capelli, bologna.repubblica.it, 5 febbraio 2016

“Io credo che il fenomeno del bullismo sia in aumento, ma credo anche che dovremmo chiederci di che malattia siano il sintomo questi casi che sempre più spesso vengono alla luce. Il malessere sociale va affrontato insieme, senza giustificare in alcun modo per questo gli atti oggetto di denuncia”. Così lo psicoanalista Walter Bruno, che ha lavorato come psichiatra per venti anni nelle istituzioni bolognesi e oggi esercita in pratica privata, analizza il fenomeno portato alla luce dai casi di cronaca.
Dottor Bruno, come si può spiegare la dinamica del bullismo a scuola, e quale ruolo possono avere i genitori?
“Alla base di questi atti, che manifestano sempre una rabbia che si sfoga su una vittima indifesa, ci sono, per me, genitori assenti. L’assenza si può manifestare in tanti modi: può essere un’assenza materiale, ma anche l’assenza di punizione, l’incapacità di dire dei no. Il fatto di diffondere dei filmati con atti violenti significa una sola cosa: affermare le propria esistenza, anche se in negativo”.

Segue qui:

http://bologna.repubblica.it/cronaca/2016/02/05/news/bruno_il_malessere_e_diffuso_e_i_social_sono_la_gogna_-132858425/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...