Coopi, scaviamo nel profondo dei nostri pazienti

Intervista al presidente del Coordinamento psicoanalisti italiani

di Redazione, adnkronos 12 febbraio 2016

Esercitiamo la professione intellettuale più antica, nell’ambito della conoscenza del proprio io, ovvero la psicoanalisi. Ci occupiamo di fare un lavoro di scavo profondo nella storia di vita del paziente, alla ricerca di una forma di conoscenza sempre più profonda del proprio sistema di funzionamento”. Lo dice a Labitalia Ivan Ottolini, presidente del Coordinamento psicoanalisti italiani (Coopi), che aderisce al Coordinamento delle libere associazioni professionali (Colap). “Non sono molti i giovani -ammette- che si accostano a questa professione. Sarebbe bello che si ritornasse ad avere un desiderio più forte di scegliere questo percorso formativo”. “Certo, chi sceglie di diventare psicoanalista -aggiunge Ottolini- deve affrontare una formazione molto lunga e di molti anni e prevede un grosso lavoro su se stessi, attraverso una propria analisi personale”.

Segue qui:

http://www.adnkronos.com/lavoro/professionisti/2016/02/12/coopi-scaviamo-nel-profondo-dei-nostri-pazienti_5LZCRPPDHlTooxanKN99KI.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...