Recalcati: “Colpire gli infedeli perché si uccide in nome dell’Idea”

di Massimo Recalcati, repubblica.it, 21 febbraio 2016

Nessuno nel nostro tempo sembra sfidare il tabù della morte come il terrorista che sacrifica la propria vita per la sua Causa. Il Novecento ci aveva abituato; morire per la Causa attraversa il cataclisma del totalitarismo assumendo forme diverse, ma tutte accomunate dallo stesso principio: il valore particolare di una vita è subordinato a quello universale della Causa sia essa quella della Storia, della Razza o del Partito. Lo spirito ipermoderno è invece animato da un profondo disincanto nei confronti di ogni forma di Universale tranne quello della globalizzazione capitalista. In Occidente nessuno muore più per la Causa perché la sola Causa che conta è quella cinica e narcisistica del proprio Io. Lo spirito di Antigone ha lasciato il posto a quello dell’avaro di Molière che vive attaccato alla propria cassaforte per scongiurare qualunque forma di perdita. Il terrorista, invece, rischia di essere l’ultimo superstite dell’ideologia della Causa; egli non agisce nel nome del proprio Io, ma in quello dell’Ideale al quale si consegna anima e corpo. Arma la sua mano rinunciando alla propria vita, facendosi strumento della Verità assoluta di cui crede di essere il solo interprete. La sua psicologia si fonda su di un principio inamovibile di innocenza e di purezza: la strage o l’assassinio mirato serve per ripulire il mondo dagli infedeli, per restituire al mondo il suo ordine smarrito, per guarirlo dalla sua infezione. In ogni terrorista si cela un educatore: «colpirne uno per educarne cento», non è solo uno slogan raccapricciante, ma traduce il principio “morale” che guida il terrorista nella sua azione. Il suo presupposto è terribilmente pedagogico: colpire il nemico serve alla purificazione del mondo, serve a educare gli impuri.

Segue qui:

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2016/02/21/colpire-gli-infedeli-perche-si-uccide-in-nome-dellidea52.html?ref=search

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...