Buenos Aires, una capitale sul lettino. Qui tutti vanno dallo psicoanalista

L’Argentina ha il record degli psicologi. Non è strano: è il lascito di dittatura e crisi. E di famiglie che conservano legami stretti. A volte soffocanti

di Ilaria Morani, iodonna.it, 23 febbraio 2016

oria Scotti ci ha messo un po’ a uscire dalla sua stanza. Se ne stava aggrovigliata sotto le coperte con le imposte delle finestre chiuse, così da non fare entrare nemmeno un raggio di sole. Ventotto anni, genitori separati, niente lavoro, per metà italiana. Poi un giorno ha infilato un paio di jeans e ha suonato al campanello di uno psicoanalista. Da un anno ci va una volta a settimana, si sdraia sul lettino come se fosse nella sua camera ma lo studio è invaso di luce e parla di cosa la rende così triste. Nessuna vergogna: «Tutti i miei amici ci vanno, a Buenos Aires è la norma». Ed è vero. Non a caso qui, nella capitale federale argentina, il 13 ottobre è stato istituito il Día del psicólogo, le facoltà che laureano in questa disciplina si moltiplicano e sempre più stranieri arrivano per farsi curare. È la città con il più alto numero di psicologi per abitante, un primato di cui gli argentini vanno piuttosto fieri.
Un famoso terapeuta, Gabriel Rolon, autore di numerosi saggi ha anche trasformato uno dei suoi scritti in una serie tv Historias de divano, seguitissima. Il cuore del quartiere di Palermo con i suoi baretti alla moda, i graffiti e le villette con giardino è stato ribattezzato negli anni “Villa Freud”. Nel bar Sigi, all’angolo di Plaza Guemes, una volta c’era un grande ritratto del maestro della psicoanalisi e in questa zona c’è la più alta concentrazione di psicologi della città. Andare in terapia non è un segreto, un fatto per cui provare vergogna, come in altri Paesi. Anzi: «È argomento di conversazione quotidiana, è parte del nostro dna» dice Gloria.

Segue qui:

http://www.iodonna.it/attualita/storie-e-reportage/2016/02/23/buenos-aires-una-capitale-sul-lettino-qui-tutti-vanno-dallo-psicoanalista/?refresh_ce-cp

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...