Intrighi e misteri in Vaticano: indaga Sigmund Freud

di Silvana Mazzocchi, repubblica.it, 6 aprile 2016

Sigmund Freud da maestro della psicoanalisi a investigatore sapiente. A operare la trasformazione di ruoli è Carlo A. Martigli che, nel suo ultimo romanzo, La scelta di Sigmund (Mondadori) immagina sia proprio lui, il grande medico viennese, già all’inizio del Novecento promotore di una lettura rivoluzionaria della mente umana, ad essere chiamato da Leone XIII, preoccupato per gli scandali e le manovre sempre in funzione all’interno delle sacre mura. Dunque, per arrivare ai responsabili dell’omicidio di una guardia svizzera precipitata, insieme a una cameriera, da un balcone del Vaticano in una qualsiasi notte d’estate, meglio ricorrere a una scelta esterna, questa la riflessione del vecchio papa pratico e sagace, e servirsi di un detective, magari anomalo e non santo, ma propenso ad agire fuori dagli intrighi di palazzo. 1903: in uno scenario che si fa senza tempo grazie a segreti e misteri, Carlo A. Martigli inventa una  trama in cui Freud  è il protagonista a caccia di verità, e propone una storia di finzione che si ispira a fatti e circostanze dell’epoca reali o credibili, densa di particolari curiosi e sconosciuti che intrigano e coinvolgono  e che rinviano  sia a episodi del passato che a certi enigmi contemporanei.

Segue qui:

http://www.repubblica.it/rubriche/passaparola/2016/04/06/news/la_scelta_di_sigmund-137013418/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...