Silva: “Il corpo di Giulio”

di Umberto Silva, ilfoglio.it, 6 aprile 2016

Ai genitori di Giulio e a noi tutti può recare conforto, e speranza in un mondo migliore, l’idea che sotto tortura il ragazzo subisse l’inferno con una forza d’animo superiore, dedicata a tutti i bambini martiri in ogni dove. Ho fede che sia andata proprio così: il bellissimo volto di Giulio, che le foto dei tempi lieti ritraggono in letizia con gatti, ragazze e una pensierosa solitudine, si staglia ancora più luminoso nel martirio, sicché la madre ha potuto riconoscerlo dalla punta del naso, quella nobilissima madre che prima di permettersi il lusso delle lacrime desidera portare a termine la sua battaglia di verità.

Ma noi già fin d’ora possiamo, dobbiamo piangere davanti a quell’immagine. Il pianto è necessario, lava e rinfresca il nostro volto segnato dalla fatica di vivere e lo consegna alla verità e alla bellezza, il giorno del Giudizio solo le lacrime saranno pesate. Quelle lacrime che Giulio nel suo martirio ha versato per tutti noi, noi le accettiamo e riversiamo a remissione dei nostri peccati, che al cospetto di un simile evento paiono ancora più miserabili. Dopo che la mamma di Giulio Regeni ha detto di volere rendere pubblico il volto massacrato del figliolo se non si chiarisce l’accaduto e non si catturano gli assassini e i mandanti, alcuni hanno applaudito, altri sono perplessi.

Segue qui:

http://www.ilfoglio.it/la-politica-sul-lettino/2016/04/06/regeni-chiesa-immagini-san-pietro___1-vr-140307-rubriche_c362.htm

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...