Maiolo: “Un tablet a tre anni?”

Quello che conta è una corretta ed equilibrata «dieta mediale» a cui è bene sovrintendere in quanto adulti competenti

di Giuseppe Maiolo, ladigetto.it, 11 aprile 2016

Si fa un gran parlare oggi dei nuovi strumenti della tecnologia digitale, come ad esempio il tablet, in mano ai bambini. Il dibattito è già acceso e divide gli esperti: chi è favorevole e chi è contrario. Ci si domanda quanto sia giusto avvicinarli precocemente e quanto sia pericoloso. E’ troppo presto perché studi e ricerche relativamente ai rischi o ai benefici possano farci dire una parola definitiva. Per la verità abbiamo appena finito di sottolineare le possibili negatività della TV se usata come baby-sitter perché, a dosi massicce, passivizza la mente, espone a una quantità di immagini violente e nocive alla salute mentale dei piccoli. E ora ci dobbiamo occupare anche del Tablet. La «tavoletta» digitale per bambini, infatti, pensata per loro viene proposta con grande enfasi a genitori ed educatori. Non vi è dubbio che la tecnologia digitale sia quanto mai congeniale al bambino che fin da piccolissimo è in grado di interagire con facilità con lo schermo.

Segue qui:

http://www.ladigetto.it/permalink/53117.html

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...