Le verità nascoste della fotografia

Firestorm, dalla serie The quiet of dissolution, 2008. - (Sonja Braas, Per gentile concessione dell'artista e della galleria Fabian & Claude Walter)

di Redazione, internazionale.it, 4 maggio 2016

“È detto unheimlich tutto ciò che potrebbe restare segreto, nascosto, e che è invece affiorato”. Così il filosofo tedesco Friedrich Schelling definisce nel 1835 un sentimento difficile da descrivere, anticipando di qualche anno la riflessione di Sigmund Freud sul perturbante. Paura, spaesamento, stupore: Das Unheimliche (uncanny, in inglese) per Freud è qualcosa di familiare ma allo stesso tempo estraneo che suscita in tutti noi sensazioni di confusione che, a seconda della risposta individuale, possono assumere sfumature più o meno negative. Con la mostra Magical surfaces: the uncanny in contemporary photography, organizzata dalla fondazione Parasol Unit di Londra (fino al 19 giugno), i curatori hanno voluto esplorare il perturbante attraverso le opere di sette autori: Sonja Braas, David Claerbout, Elger Esser, Julie Monaco, Jörg Sasse, Stephen Shore e Joel Sternfeld. Ognuno di questi artisti hanno manipolato l’immagine fotografica interpretando in maniera diversa e personale il concetto di perturbante. David Claerbout riporta in vita un Elvis ancora non famoso con un’animazione in 3d fatta ricostruendo digitalmente una foto del 1956. Mentre i paesaggi di Julie Monaco e Sonja Braas potrebbero sembrare foto realizzate in maniera tradizionale ma sono invece il prodotto di elaborazioni al computer o partono da ricostruzioni artificiali con dei modellini. Le vecchie generazioni, Sternfeld e Shore, hanno raccontato il perturbante con mezzi più tradizionali, pellicole Kodahcrome e fotocamere analogiche, e sono riusciti a cogliere atmosfere che ancora oggi ispirano chi si confronta con l’arte fotografica.

Per le foto, vai al link:

http://www.internazionale.it/foto/2016/05/04/magical-surfaces-foto

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...