Ammaniti: “L’inconscio e il suo destino dopo Freud”

di Massimo Ammaniti, la Repubblica, 25 maggio 2016

La scelta di Freud di rinviare la pubblicazione de L’interpretazione dei sogni all’inizio del nuovo secolo, nel 1900, si è rivelata una di quelle profezie che si autoavverano, perché il suo libro ha rappresentato uno spartiacque che ha cambiato gli scenari sociali e culturali dei decenni successivi. Ma già prima di Freud nella letteratura e nella filosofia dell’Ottocento veniva prestata una forte attenzione al mondo inconscio. In uno dei suoi ultimi scritti, Un capitolo sui sogni, Robert Louis Stevenson aveva raccontato come le piccole persone che comparivano nei suoi sogni, i Brownies, avessero ispirato la stesura del suo famoso romanzo
Lo strano caso del dottor Jekyll e di Mister Hyde.
Anche le intuizioni di Nietzsche sulla natura dei sogni, in cui riemergerebbero frammenti della preistoria dell’umanità, avrebbero trovato conferme stupefacenti nel pensiero psicoanalitico. Ma Freud ebbe il merito speciale di svelare attraverso la simbologia dei sogni i meccanismi di funzionamento dell’inconscio dinamico, profondamente diversi dai codici dei processi consci. Questa scoperta spinse Freud a ridisegnare il modello della mente umana profondamente divisa fra conscio ed inconscio. Questa concezione, come ha raccontato il premio Nobel Kandel in un libro di grande interesse, L’età dell’inconscio (Raffaello Cortina), era probabilmente scaturita dagli insegnamenti di un grande medico viennese, Rokitansky, che aveva prefigurato le profonde connessioni fra corpo e mente anche alla luce della teoria darwiniana, di cui Freud era stato un attento allievo. Mentre in campo artistico le tradizionali forme espressive venivano messe in discussione dando spazio alla soggettività e all’esperienza inconscia, sia nella pittura con Kokoschka, Schiele e Klimt sia nella letteratura con Schnitzler, un alter ego del grande maestro della psicoanalisi.

Segue qui:

http://www.spiweb.it/rassegna-stampa/913-italiana-ed-estera/rassegna-stampa-italiana-2016/7248-l-inconscio-e-il-suo-destino-dopo-freud-la-repubblica-25-maggio-2016

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...