Casolari: “Come si sentiranno i malati dopo aver letto i dati Eurostat?”

di Luciano Casolari, ilfattoquotidiano.it, 27 maggio 2016

Ieri tutti i giornali titolavano che il 33% delle morti di italiani sotto i 75 potevano essere evitate nel 2013 citando come fonte l’istituto di statistica Europeo Eurostat. Coloro che rilanciano questa notizia si rendono conto dell’effetto devastante che può avere sulla psiche delle persone malate? Con che fiducia si rivolgeranno al loro medico e alle strutture sanitarie? Una notizia come questa può scatenare nella popolazione una sorta di epidemia di ipocondria con migliaia di persone non ammalate che, impaurite da dati oggettivamente terribili, potrebbero non fidarsi più della valutazione medica e richiedere esami a non finire per sentirsi più tranquilli. Da chi dovranno farsi curare queste persone una volta distrutta la fiducia nel medico? Dai maghi e guaritori che impazzano in internet? Ma la notizia è vera? Sono andato a leggere sul sito Eurostat e ho compreso che non si tratta di un dato “reale” come parrebbe sui giornali italiani ma di una sorta di ipotesi che si basa su quello che potremmo definire essere “un mondo ideale”.

Segue qui:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/05/27/come-si-sentiranno-i-malati-dopo-aver-letto-i-dati-eurostat/2771868/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...