Silva: “Vili negazionisti”

La cronaca lo conferma: noi uomini siamo canaglie pronte a tutto, soprattutto a giustificarci

di Umberto Silva, ilfoglio.it, 1 giugno 2016

“Nego che qui da noi vi sia negazionismo”, è il motto di capi di stato e storici ed ex combattenti e aspiranti, “nego e guai a chi afferma il contrario”.  La bandiera del primo stato negazionista del secolo scorso appartiene alla Turchia, che tutt’ora punisce i suoi cittadini che osano dire la verità, la strage degli armeni. Erdogan abbatte il laicismo di Atatürk, ma è d’accordo col Kemal che da modernista aveva tagliato corto con le stragi liquidandole come acqua passata. In fondo, si sarà detto lo sbrigativo Kemal Atatürk, il sangue in quegli anni infernali correva impetuoso ovunque. Anche i vincitori alleati dovettero pensare a qualcosa di simile, e lasciarono cadere il contenzioso. Qualcosa di vero in effetti c’era nello sbrigativismo di Atatürk, gli europei si erano a loro volta comportati da macellai mandando a morte i loro figli, la Prima guerra mondiale fu un immenso genocidio. Celebrarlo come eroismo è negazionismo. Le guerre sanguinarie che non sono strettamente difensive, che travolgono ogni possibilità di pace, sono genocidi. La guerra scatenata dal Duce per compiacere Hitler fu un genocidio soprattutto di italiani, cinquecentomila. Che ogni tanto ci si scandalizzi perché, una volta giustiziato, si sia appeso il Duce a testa in giù, è qualcosa che fin da ragazzo mi suscitava un moto di stupore, motto peraltro di fasciste origini: “Ma chi se ne frega!”.

Segue qui:

http://www.ilfoglio.it/la-politica-sul-lettino/2016/06/01/erdogan-turchia-negazionisti___1-vr-142706-rubriche_c344.htm

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...