Trasmissione intergenerazionale della povertà

di Rosalba Miceli, lastampa.it, 1 giugno 2016

Sono noti gli effetti devastanti della carenza di cure primarie nell’innescare e mantenere i “cicli dello svantaggio”: bambini cresciuti in famiglie infelici o disgregate hanno maggiori probabilità di ripetere esperienze relazionali infelici come gravidanze precoci, matrimoni insoddisfacenti, separazioni, divorzi, sperimentando anche condizioni più o meno gravi e conclamate di disagio economico e sociale.  Analizzando il fenomeno della povertà cronica partiamo dalla considerazione che la povertà è uno stato di indigenza assoluta o relativa e include oltre che aspetti materiali anche dimensioni non materiali (sofferenza, povertà di relazioni, isolamento ed esclusione sociale, cattiva alimentazione e scarsa cura della salute, carenza di servizi e di offerte educative) e intergenerazionali. In quale misura e attraverso quali canali può trasmettersi da una generazione all’altra?

Lo psicoanalista John Bolby, basandosi sull’esperienza clinica presso la scuola attivista di Summerhill, nella quale venivano seguiti ragazzi psichicamente disturbati provenienti spesso dalle classi sociali meno elevate, avanzò un’ ipotesi, giungendo ad affermare: «L’eredità della salute mentale e della malattia mentale tramite la microcultura familiare è certamente non meno importante di quanto sia l’eredità tramite i geni, e anzi può essere ancora più importante. Tanto chi studia le cause di povertà cronica quanto chi studia le cause della malattia mentale si trova di fronte a certi modelli negativi e autoperpetuantisi di microcultura familiare che – è lecito credere – sono agenti causali comuni di entrambe quelle condizioni» (Bolby,1973).

Segue qui:

http://www.lastampa.it/2016/06/01/scienza/galassiamente/trasmissione-intergenerazionale-della-povert-p4PgbyplICjkavovb0JgPK/pagina.html

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...