Thanopulos: “Il genere non ama la donna”

di Sarantis Thanopulos, il manifesto, 11 giugno 2016

Nel nostro modo di affrontare la violenza contro le donne ci sono errori seri.
Il primo errore è l’affidamento eccessivo allo strumento della repressione legale. Siamo convinti, perché ci semplifica la vita, che il rigore della pena abbia di per sé un effetto dissuasivo a causa del timore che incute. In realtà la dissuasione agisce indirettamente, attraverso il sentimento di esclusione: la punizione sancisce soprattutto l’auto-estraniazione dell’autore di un delitto dalla costruzione e condivisione di un interesse comune e fa leva sul legame di appartenenza dei cittadini con la comunità. Qui sta la forza della legge, ma anche la sua vulnerabilità. Si rivolge efficacemente a coloro che desiderano essere inclusi nella società civile e nei suoi conflitti, e sanziona i loro eccessi di passione. Nulla può contro la produzione sociale di esclusi privi di passione e senza un reale approdo al mondo, che agiscono spinti da compulsioni distruttive, se non impedire che reiterino i loro crimini.
Il secondo errore è il nostro appiattimento su una cultura “politicamente corretta”, che dispensa canoni del buon pensare e del buon agire, in mezzo a una sorda disperazione con cui si relaziona in modo cosmetico. A ogni donna sfregiata o uccisa rispondiamo con l’autocompiacimento di chi sta dalla “parte giusta”, cioè né nella posizione del carnefice né della vittima. Costoro vivono in un altro mondo che i nostri bei sentimenti non riescono a raggiungere: non lo conoscono. Il terzo errore è la sostituzione del corpo erotico vivo, ribelle alla sua manipolazione, alienazione da parte del potere, con il concetto astratto di “genere”. L’uso di questo concetto è assoggettato, al di là delle intenzioni, alla sovradeterminazione sociale della relazione erotica.

Segue qui:

http://www.psychiatryonline.it/node/6298

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...