Elezioni Amministrative 2016 – Perché i politici dicono sempre di aver vinto?

di Luciano Casolari, ilfattoquotidiano.it, 12 giugno 2016

E’ immancabile che dopo ogni elezione i politici affermino sempre e costantemente di aver vinto. Le casistiche sono varie. Si va da chi ha vinto davvero a chi ha tenuto rispetto a un calo che poteva essere superiore e a chi veniva dato per spacciato e invece orgogliosamente si sente ancora in corsa. C’è chi ha quasi vinto, chi è passato dallo zero virgola allo zero virgola e qual cosina in più, chi si sente vincitore perché ha impedito a qualcuno di vincere. Nelle elezioni comunali poi un comune su 1300 in cui si sia vinto ci sarà bene? Ma è proprio vero che è utile ai fini della strategia del partito affermare di aver vinto? Questa convinzione deriva dall’idea che le persone incerte, che non appartengono ideologicamente a un partito, “salgano sul carro del vincitore”. Soprattutto nelle tornate elettorali che prevedono un ballottaggio, secondo questa credenza, è  importante affermare di aver vinto per indurre un effetto aggregante su  coloro che hanno già votato per ripetere la stessa scelta nel ballottaggio e per far sì che gli incerti si schierino con in vincitore annunciato. Credo che questa convinzione sia frutto delle frequentazioni dei politici. Inevitabilmente chi svolge questa attività a tempo pieno vive a stretto contatto con un sottobosco di personaggi pronti a salire su tutti i carri che passano. I giornalisti e opinionisti sono specialisti nell’adulazione del vincitore annunciato in quanto, da che mondo è mondo, i giornali e le televisioni vivono di equilibri politici. Vediamo spesso che giornalisti fino a ieri schierati per un partito o una coalizione sentano il vento che tira e si riposizionino, con artifizi lessicali, cambiando opinione su temi di grande rilevanza. Poi ci sono quelli che ambiscono a cariche o prebende elargite dai politici fra cui purtroppo, vista la loro professione, anche tanti medici e magistrati. Ma veramente questo parterre di opportunisti sposta gli equilibri elettorali? Certamente esistono gli opinion-leader che hanno influenze locali ma a mio avviso in soldoni, anzi per meglio dire in voti, non credo che influiscano così tanto.

Segue qui:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/06/12/elezioni-amministrative-2016-perche-i-politici-dicono-sempre-di-aver-vinto/2821254/

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...