Castigliego: “Perdere”

di Giuliano Castigliego, giulianocastigliego.nova100.ilsole24ore.com, 3 luglio 2016

Perdere fa male. Ai rigori, ai tempi supplementari o regolamentari. Perdere quando altri giocano (per noi) dispiace già tanto, figuriamoci quando siamo noi direttamente a perdere, a scuola, al lavoro, con gli amici, in famiglia. Per non parlare dell’amore. Chi di noi vorrebbe essere il perdente, quello che non ottiene l’oggetto dei propri desideri? indipendentemente dal fatto che tale oggetto possa essere una partita, uno scherzo riuscito, una soddisfazione meritata, il successo, l’affetto, l’amore di una persona. Perché perdere, non farcela, significa essere escluso dal gruppo di quelli che ce l’hanno fatta ed essere privati del piacere che deriva dal mutevole e tutt’altro che razionale oggetto dei nostri desideri. Si potrebbe anzi più che legittimamente domandarsi se sappiamo quello che vogliamo e addirittura se vogliamo davvero quello che diciamo (e siamo convinti) di volere. Le risposte della psicanalisi e delle neuroscienze non sono proprio rassicuranti al riguardo. Secondo André Green oscilliamo tra voler ottenere e non volere ottenere quello che diciamo di volere. Ma è già un altro tema.

Segue qui:

http://giulianocastigliego.nova100.ilsole24ore.com/2016/07/03/perdere/

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...