Massimo Recalcati su scuola ed educazione sessuale

Lo psicanalista e saggista riparte dal ruolo dell’incontro con la parola del “maestro” nelle aule

da it.aleteia.org, 15 luglio 2016

Dall’intervento di Massimo Recalcati, Il naufragio educativo: per un’erotica dell’insegnamento, tenuto nel corso del festival Popsophia – Filosofia del Contemporaneo a Pesaro, lo scorso 10 luglio:

“L’educazione sessuale nelle scuole] così come concepita è per lo più orribile, si spiegano i corpi come fossero macchine. L’educazione alla sessualità si fa attraverso la letteratura e le poesie, leggendo Dante, Petrarca, Flaubert, Proust, che sono l’unica forma di educazione all’erotismo che può funzionare a scuola. Solo così si può contrastare l’intolleranza e educare a non separare troppo la passione erotica dall’amore, in qualunque forma esso si manifesti” (Gli scritti).

L’intervento nel video e queste poche ma nette parole di Massimo Recalcati sono una utilissima e condivisibile riflessione sulla sfida educativa e su quale siano le direttrici da seguire per riportare i ragazzi al centro di uno sforzo che non può che essere collettivo, quello di renderli protagonisti delle proprie vite.

Vai al link:

Massimo Recalcati su scuola ed educazione sessuale

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...