Maiolo: “Il «phubbing», la nuova trascuratezza”

Distrarsi mentre si conversa non è mai stato sinonimo di patologia. Oggi però i dispositivi per comunicare stanno modificando il nostro modo di stare con gli altri

di Giuseppe Maiolo, ladigetto.it, 18 agosto 2016

A tutti sarà capitato almeno una volta di stare di fronte a una persona, amico o familiare, che mentre noi parliamo guarda il cellulare, risponde ad una mail o interagisce sul suo social. È un comportamento che molti definiscono irritante e altri lo considerano come l’esito della maleducazione imperante. Tecnicamente però questo fenomeno si chiama «Phubbing». Un termine inglese che coniuga il vocabolo «phone» con il termine «sonbbing» e sta a indicare come che il telefonino ci sta portando a ridurre l’interazione con gli altri, a snobbarli e ignorarli.
Distrarsi temporaneamente mentre si conversa, spostare lo sguardo o allentare l’attenzione dalla persona con cui sei in relazione, non è mai stato sinonimo di patologia. Oggi però la diffusione massiccia dei dispositivi per comunicare, in particolare il telefonino o il tablet, stanno modificando radicalmente il nostro modo di agire e di stare insieme agli altri. O parliamo tanto, forse troppo, e ci ascoltiamo poco o nulla, oppure ce ne stiamo in silenzio assorti nei videogiochi e presi dai social.

Segue qui:

http://www.ladigetto.it/permalink/57032.html

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...