Thanopulos: “A caccia di Pokémon”

di Sarantis Thanopulos, il manifesto, 20 agosto 2016

I Pokémon sono esseri virtuali antropomorfi. Eredi tecnologicamente più avanzati  degli eroi di Walt Disney. Grazie a un’applicazione, frutto della collaborazione tra  Nintendo e Google, sono diventati l’oggetto di una caccia al tesoro mondiale. Il loro inseguimento, attraverso i cellulari, è un fenomeno di massa che va in scena nei luoghi più impensabili: da una strada in pieno traffico a una seduta analitica. L’ambizione teorica che sorregge la caccia ai Pokémon è fondata sul concetto della “realtà aumentata”: l’espansione virtuale del mondo reale. Questo concetto, inconsistente dal punto di vista epistemologico, la dice lunga sulla confusione mentale che convive, e si diffonde, con lo sviluppo della rivoluzione digitale. La realtà è infinita: non può aumentare né decrescere. La nostra esperienza e conoscenza di essa è limitata e nessuna estensione virtuale può annullare questo limite. La compenetrazione tra realtà virtuale e realtà materiale, l’ ambizione dei cacciatori di Pokémon, ci porta sul piano di una complessità molto grande che mostra tutta la povertà concettuale del pensiero “tecnologico”. La differenza tra realtà virtuale e realtà materiale è incancellabile. È la condizione non solo della nostra sanità mentale, ma anche della nostra incolumità fisica. Di questo i persecutori di esseri virtuali se ne potrebbero accorgere facilmente, e catastroficamente, se nel momento di pieno fervore catturante capitasse loro di uscire di strada mentre guidano la macchina.

Segue qui:

http://www.psychiatryonline.it/node/6384

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...