Recalcati: “L’ambizione impossibile del collezionista”

di Massimo Recalcati, repubblica.it, 21 agosto 2016

Durante la seconda guerra mondiale Jacques Lacan si reca in visita nella casa di campagna del famoso poeta Jacques Prevert restando colpito da una strana serpentina che costeggia la sala fatta di scatole vuote di fiammiferi incastrate l’una nell’altra. La povertà dei mezzi (il Prevert di Lacan è l’antecedente dell’Arte povera?) non limita l’emozione dello psicoanalista che vede in questa “opera” l’essenza stessa del collezionismo: assemblare pezzi staccati unificandoli da un vuoto che nessun pezzo potrà mai colmare, ma che è piuttosto la condizione che rende possibile l’accumulazione dei pezzi. Le scatole di fiammiferi, come avviene in qualunque collezione, sono ovviamente dissociate dal loro uso quotidiano. Non servono per l’uso al quale sono state destinate. Non a caso sono vuote, senza contenuto, senza fiammiferi. Il loro vuoto è la condizione del loro incastro. Il vero collezionista annienta l’oggetto nel suo valore d’uso per esibirne il suo valore assoluto in quanto pezzo insostituibile della collezione. Il vero collezionista sa bene che ogni pezzo è un pezzo unico pur appartenendo ad una serie. Esso è unico perché non serve più ad una finalità pratica, non è esposto come un mezzo che serve ad uno scopo. Un auto d’epoca o un francobollo – come le scatole di fiammiferi di Prevert – non servono né ad inviare una lettera né a trasportare qualcuno.

Segue qui:

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2016/08/21/lambizione-impossibile-del-collezionista54.html?ref=search

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...