Silva: “Meriem, la Giuditta padovana”

Come una ragazzina cresciuta tra scuola e spritz può sognare di collezionare teste mozzate

di Umberto Silva, ilfoglio.it, 7 settembre 2016

Vent’anni, una testolina con berretto, capelli abbondanti e neri su occhi neri, sguardo dal basso in su, un bel visino insomma, simpatico e attraente quando in quel di Padova faceva vita di spritz e di scuola. A prima vista un’allegra birichina questa Meriem, che diventasse un’appassionata tagliatrice di teste sarebbe stato impossibile pensarlo, hanno riso tutti quanti all’idea, quasi tutti, finché la fanciulla ha preso un aereo e da un anno sta in Siria, a Raqqa. Il suo primo compito? Castigare le mani delle donne che le tengono scoperte. Chissà in quale girone della sua “Psychopathia Sexualis” Krafft-Ebing l’avrebbe messa, perché sì, c’è odore di sesso.

Che ci fa lì la ragazza? Lo dice in una lettera che manda a una sua amica insieme alla foto di una decapitazione: “Non puoi immaginare quanto ho goduto ieri, non vedo l’ora di piegare uno e tagliargli la testa”, immagine sadosodomitica quanto poche altre. Anche se inneggia ad al Baghdadi e soci, quel che interessa a Meriem pare non sia la vittoria del Califfato quanto il proprio personalissimo piacere di mozzare la testa a qualche maschietto, fatta eccezione per al Baghdadi, forse, ma neppure lui esclusivo: se le piace così tanto, prima o poi taglierà la testa anche al gran capo, sulla scia di Giuditta, che peraltro aveva ben più nobili motivazioni, come ci illustra il bronzo di Donatello e le tante teste di Oloferne che viaggiano nei secoli con Mantegna, Correggio e Caravaggio, e su tutti Artemisia Gentileschi, la pittrice stuprata.

Segue qui:

http://www.ilfoglio.it/la-politica-sul-lettino/2016/09/07/meriem-la-giuditta-padovana___1-vr-146993-rubriche_c426.htm

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...