Ospiti – Gramaglia: “L’uomo sano e la sua scienza – Parte terza”

di Giancarlo Gramaglia, psicologo-gramaglia-torino.net, 30 settembre 2016

E’ necessario comprendere come l’uomo nasca sano e venga sistematicamente corrotto a pensare il proprio svantaggio a beneficio di una collettività che sceglie il suicidio di massa invece di tentare di capire e salvare il soggetto modificando il proprio modo di pensare. Nella catatonia narcisistica -che è psicosi pura- e dopo il ’20 l’hanno anche chiamata nevrosi narcisistica, l’individuo è omologato ed è diventato adeguato al suo universo da cortile per cui si modella a ciò che gli viene chiesto e richiesto dal cortile appunto. Nella piazzetta del grande fratello di uno spinto conformismo (tv, media, stupefacenti, oggetti simbolo, significanti a catena, perfino agli oggetti d’arte, o/e ricerche storiche sulla psichiatria) negli standard in uso collettivo, l’individuo si adatta al sociale pre-stabilito in quanto quegli oggetti fanno da surrogato alla sua perduta legge di moto. Sono diventati gli IDEALI a cui fare riferimento nel proprio cielo (morale e/o teoria) per non cadere sfracellato in una drammatica diagnosi psichiatrica, o lasciandosi morire abbandonato nelle mani di grandi neoplasie. Semplicemente il Soggetto non può starci dentro! La soddisfazione è fuori, è sempre al di là, ma non si sa più dove cercarla: e la massa continua a proporlo ed a cercare! Narciso non potrà che continuare a specchiarsi nel deserto della propria solitudine non potendo che continuare a vedersi attraverso il pantano delle sue feci e urine. Continuerà quindi a leggere di sé convinto di ritrovare nella lettura il sapere che gli colmerà la mancanza nel deserto dell’onnipotenza studiosa e saputa del pieno di sé, senza relazioni, ad ombrellone chiuso, senza Freud.

Segue qui:

http://www.psicologo-gramaglia-torino.net/giancarlo_gramaglia/articoli/135-l-uomo-sano-e-la-sua-scienza-parte-terza.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...