Caro Freud, (non) ci manchi Bologna e gli psicanalisti divisi

Il 17 dicembre al San Domenico con i big del settore si festeggiano i 50 anni della rivisita «Psicoterapia e Scienze Umane». Il numero speciale dà conto di teorie anche divergenti

di Luciana Cavina, corrieredibologna.corriere.it, 7 dicembre 2016

La teoria freudiana dei sogni? Per alcuni imprescindibile per altri già superata. Stessa sorte anche per il complesso di Edipo, la proiezione amorosa (forse morbosa) verso la madre. Un grande classico. E per altri rivoli ancora, che compongono lo «studio della mente» e delle sue deviazioni. Ecco il mondo variegato della psicoanalisi. Il proliferare di scuole e teorie che si rincorrono e che non sempre dialogano. Un quadro sorprendente per le diverse visioni è dato dal trimestrale Psicoterapia e Scienze Umane che compie 50 anni e il 17 dicembre festeggerà in città. Con un numero di 290 pagine molto speciale e un’iniziativa pubblica densa di nomi illustri. La rivista, la più diffusa in Italia nel settore, è edita da FrancoAngeli ma ha l’anima in città. Qui infatti si trasferì il «Gruppo Milanese per lo Sviluppo della Psicoterapia» che, nel 1967, la fondò. Il gruppo era capitanato dal luminare Pier Francesco Galli, oggi direttore della rivista insieme alla moglie Marianna Bolko e a Paolo Migone. L’anniversario sarà celebrato a partire dalle 11 alla Sala Bolognini del San Domenico (Piazza San Domenico 13) con cinque «grandi vecchi» della psicologia e della psicoterapia italiana (lo stesso Galli, Marcello Cesa-Bianchi, Renzo Canestrari, Alberto Merini, Enzo Spaltro). Tra gli ospiti anche la newyorkese Dagmar Herzog. Sarà proiettato un film sulla rivista mentre Stefano Benni leggerà un testo semi- serio di Rothschild interpretando lui stesso la «Psicoanalisi » raccontando dei suoi vari «amanti» (che a volte l’hanno tradita…).
Dottor Migone, cosa ha di speciale il numero del 50ennale?
«Abbiamo rivolto 12 domande uguali a 62 psicoanalisti internazionali di scuole completamente diverse che per la prima volta si sono esposti, si sono messi a nudo e che mai si sarebbero messi insieme».

Segue qui:

http://corrieredibologna.corriere.it/bologna/notizie/cultura/2016/7-dicembre-2016/caro-freud-non-ci-manchi-bologna-psicanalisti-divisi-2401114109296.shtml

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...