Maiolo: “Dieci anni di smartphone”

Dobbiamo chiederci quanta forza c’è dentro di noi per contenere lo strapotere di un oggetto a cui non possiamo più rinunciare

di Giuseppe Maiolo, ladigetto.it, 9 gennaio 2017

Sono dieci anni che lo smartphone è entrato nella nostra vita.  Non è cambiato solo il nome del cellulare, il nuovo telefonino ha radicalmente influenzato la nostra esistenza. Una vera e propria rivoluzione della comunicazione globale e non unicamente del modo di telefonare, come pensava il suo inventore Steve Jobs. Anzi lo smartphone che ti fa fare di tutto e di più, ha ormai decisamente cambiato i rapporti tra le persone. Prolungamento digitale della nostro esistere in un mondo sempre più iperconnesso, lo smartphone ha modificato il modo di agire, muoverci, guardarci e trovarci.
Secondo alcuni sociologi siamo arrivati all’«homo smartphonensis» che torna a camminare curvo, perché impegnato a guardare continuamente il suo display, attratto dalle continue notifiche che gli segnalano messaggi, email e quant’altro. Quella posizione del corpo così comune oggi e che ricorda un po’ l’Homo sapiens che, ricurvo, stava faticosamente raggiungendo la postura eretta, potrebbe essere il completamento del cerchio nell’evoluzione di primati, oppure rappresentare una sorta di ritorno indietro, quanto meno a livello posturale. Allora: progressione o regressione? C’è da domandarsi che cosa ci ha portato quel piccolo e potente strumento, ormai feticcio nelle mani di tutti e che cosa ci offre quella connessione continua con il mondo a cui non possiamo più rinunciare. Domande aperte.

Segue qui:

http://www.ladigetto.it/permalink/61347.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...