Ospiti – Gramaglia: “La psicologia dell’attore negli scambi epistolari tra Freud e Yvette Guilbert”

di Giancarlo Gramaglia, psicologo-gramaglia-torino.net, 31 gennaio 2017

L’amicizia tra Yvette Guilbert e Sigmund Freud si sviluppò durante la loro età matura, ma nacque molti anni prima dall’interesse di Freud per la diva della bella époque. Freud ebbe modo di ascoltare Yvette per la prima volta probabilmente al Moulin Rouge nel 1889, su indicazione di Madame Charcot, quando si trovava a Parigi per un congresso sull’ipnosi. Riascoltò poi la diseuse (1) nel 1893 al tempo in cui lei era in tournée a Vienna, riportato a quel mondo parigino nel quale Toulouse-Lautrec ha immortalato l’amata diva “dicente ”, disegnandola con la sciarpa rossa ed il cappello nero, oppure bionda con i guanti neri, ritratta in ogni posizione e dedicandole interi album (2). Diversi anni dopo Eva Rosenfeld, nipote di Yvette, che studiava psicologia a Vienna, conobbe Anna Freud, che la presentò al padre. Eva due anni dopo parlerà a Parigi alla zia dell’ammirazione che Freud portava nei riguardi dell’arte del suo recitarsi.E’ così che ha avuto avvio l’amicizia tra due protagonisti del novecento con scambi di fotografie.

Segue qui:

http://www.psicologo-gramaglia-torino.net/giancarlo_gramaglia/articoli/142-la-psicologia-dell-attore-negli-scambi-epistolari-tra-freud-e-yvette-guilbert.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...