Silva: “Pregare per bene”

Qual è il senso della preghiera, se Dio è buono? In realtà, è lui che prega noi di darci una mossa

di Umberto Silva, ilfoglio.it, 29 marzo 2017

Tra tanti, Kate Middleton prega per gli assassinati di Westminster, secondo un rito secolare, comune a tutti i credenti, cattolici, protestanti e di altre religioni. Chi pregano? Dio e gli dèi, li pregano di guarire i feriti, consolare gli afflitti, accogliere le vittime, che non hanno neppure avuto il tempo di rivolgere a Dio o ai propri cari un estremo appello, e sono morti così, come viene, senza capire nemmeno cosa stesse accadendo, o imprecando contro quel bestione che veniva addosso smanioso di sangue. Kate sta pregando per loro, affinché di corsa entrino nel Regno dei cieli, loro che non hanno avuto tempo di volgere al Signore un estremo grido di aiuto, un’invocazione, un’unzione. Ancor più delle vittime, smarriti sono i loro cari che a lungo piangeranno e sempre con tristezza ricorderanno. Ma perché Kate prega per loro? Perché, a sua volta smarrita, si accorge di quanto indecifrabile possa essere la morte? Per un’antica tradizione, secondo la quale noi mortali possiamo invocare l’aiuto e la carità di Dio, che scosso dai nostri dolori si muove a favore dei defunti e dei malati? Sì, certo, ma in realtà non ci sarebbe alcun bisogno di smuovere Dio, che già per Suo conto accoglie i morti e li fa rivivere, tutti: la Sua misericordia è infinita e non ha bisogno di alcuna sollecitazione. Ma allora Kate chi prega, chi noi preghiamo, poiché Dio non si fa certo pregare nel donarci la Sua tenerezza? Di che pregarlo, se tutti conosciamo la Sua immensa carità e giustizia? Figurarsi se Dio ha bisogno di raccomandazioni, seppure formulate da una principessa moglie di un futuro re capo della sua chiesa. Insomma, pregare Dio potrebbe sembrare cosa d’altri tempi, magari un po’ strani, poco rispettosa per Lui, come si dice quando c’è chi tentenna e occorre pregarlo: “Ti prego, fallo per me, ti prego, dai, non farti pregare…”.

Segue qui:

http://www.ilfoglio.it/la-politica-sul-lettino/2017/03/29/news/attentato-londra-se-dio-buono-qual-e-il-senso-della-preghiera-127632/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...