Thanopulos: “La vita non cerca la sicurezza”

di Sarantis Thanopulos, ilmanifesto, 1 aprile 2017

Biagio De Giovanni ha contestato “il luogo comune che chi invoca la sicurezza è di destra, chi invoca la libertà è di sinistra”. A suo dire: “la sicurezza è il primo diritto di ognuno, viene prima di ogni altro diritto, assicurare la conservazione della vita e il suo agevole movimento furono il contenuto del primo “contratto” che, alle soglie dell’età moderna, si stabilì tra lo Stato e i suoi, allora, sudditi”.
Ci si può chiedere se la sicurezza, intesa come “conservazione della vita” e del suo “agevole movimento”, sia stata davvero un diritto inalienabile dei sudditi o, piuttosto, una concessione funzionale al mantenimento di uno Stato centralizzato, interessato a concentrare nelle sue mani un potere normativo in cui le restrizioni sovradeterminavano decisamente le aree di libertà. L’idea della sicurezza come “valore”, nasce come strumento di assoggettamento dei desideri dei sudditi a un potere piramidale, in cambio della soddisfazione, ineguale, dei loro bisogni e di stabilità (il potere d’arbitrio incarnato nel sovrano assoluto).
Dove la contrattazione è circoscritta nel campo dei bisogni -in cui gli esseri umani sono ineguali- prevale il diritto del più forte e i “diritti umani”, appannaggio di tutti, non esistono, se non nella forma negativa di limitazione necessaria del privilegio. Il diritto del più debole è espressione della restrizione del diritto del più forte. Ha il significato della compensazione e resta avulso da una condizione paritaria degli esseri umani. Segnala che è il divieto a definire il diritto e non il contrario.

Segue qui:

http://www.psychiatryonline.it/rubrica/4788

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...