Thanoulos: “Dietro l’uniforme il nulla”

di Sarantis Thanopulos, il manifesto, 8 aprile 2017

La figlia dell’uomo che ha compiuto l’attentato a Westminster, ha postato delle foto. In esse appare con un vestito succinto che mette in bella evidenza i suoi seni. Il suo gesto è stato probabilmente una reazione all’azione omicida del padre.
Su questa reazione, di cui si ignorano le reali, profonde motivazioni, sarebbe stato meglio tacere. È stata, invece, ripresa e enfatizzata come gesto di ribellione al fondamentalismo, uno “schiaffo all’Isis”.
Negli stessi giorni, una quattordicenne di famiglia musulmana, originaria di Bangladesh, si è presentata alla sua scuola a Bologna con i capelli tagliati cortissimi. Dietro insistenze dei suoi insegnanti ha indicato come colpevole del taglio sua madre: avrebbe voluto impedirle, in tal modo, di togliere il velo quando usciva di casa. Gli insegnanti hanno chiamato i carabinieri che si sono rivolti al giudice. Costui  ha disposto l’allontanamento della ragazza dalla famiglia e il suo affidamento a una struttura protetta.
L’autorità giudiziaria dovrebbe tener conto dei rischi che si corrono quando, chiamata a difendere i diritti di minorenni, decide, senza una valutazione adeguata e sulla spinta dello stato emotivo del momento, di decretare una rottura che potrebbe essere, a vantaggio di tutti, riparabile. In particolare quando si tratta di conflitti tra un’adolescente e la propria madre che, a prescindere  dal contesto culturale, non sono semplici da dirimere. È più ragionevole sostenere la coppia dei litiganti nel gestirli in modo più appropriato.

Segue qui:

http://www.psychiatryonline.it/node/6721

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...