Campagner: “Recalcati, il figlio, e ‘il segreto’ che non c’è”

L’ultimo lavoro dello psicoanalista milanese Massimo Recalcati si intitola “Il segreto del figlio” (2017). Ma è un segreto pre-giudicato da Lacan; e infatti, non c’è. 

di Luigi Campagner, ilsussidiario.net, 16 maggio 2017

I libri di Massimo Recalcati vanno a ruba. Gli editori se li contendono e molti lettori attendono i nuovi arrivi sugli scaffali di Amazon o nelle librerie, perché ne apprezzano la prosa scorrevole e i suggestivi approcci al ricco patrimonio psicoanalitico. Segno quest’ultimo che la psicoanalisi ha ancora qualcosa da dire anche all’epoca di una psicologia accademica imperante, che in gran parte l’ha rimossa in favore delle neuroscienze, ovvero in favore di un sapere iperspecialistico che confonde il lavoro dei neuroni e l’attivazione delle aree corticali con il lavoro del pensiero individuale nella sua doppia articolazione di pensiero conscio e inconscio. L’ultimo lavoro dello psicoanalista milanese si intitola Il segreto del figlio (2017). È da poco uscito per i caratteri di Feltrinelli e va ad aggiungersi alla trilogia iniziata tempo fa con Il complesso di Telemaco>(2013), Che cosa resta del  Padre (2011) e Le mani della madre (2015)

Segue qui:

http://www.ilsussidiario.net/mobile/Cultura/2017/5/16/LETTURE-Recalcati-il-figlio-e-il-segreto-che-non-c-e/764295/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...