Thanopulos: “L’ospite ingrato e la violazione del desiderio”

di Sarantis Thanopulos, il manifesto 19 maggio 2017

Debora Serracchiani, governatore del Friuli Venezia Giulia e esponente di primo piano del Pd, ha sostenuto che la violenza sessuale è odiosa sempre, ma risulta socialmente e moralmente più inaccettabile se è compiuta da chi ha chiesto e ottenuto accoglienza nel nostro paese. Si è difesa dalle critiche affermando di aver detto “una cosa evidente agli italiani”. Le sue dichiarazioni riproducono in effetti ciò che appare evidente ai più e lo fomentano anche. I politici che si vorrebbero democratici, dovrebbero evitare di fomentare l’“evidenza”: quest’accortezza è un requisito minimo per poter assolvere la loro funzione.
In generale si soffre di più se si subisce un danno da chi è stato accolto in casa propria. Al danno subito si aggiunge il dolore del tradimento: la sofferenza congiunta per l’oggetto perduto dell’amicizia/ scambio di doni e la ferita dell’amor proprio per essere stati raggirati. Il tradimento, tuttavia, è periferico nel nostro rapporto con i “migranti”. Subiamo molti più danni inaspettati da membri della nostra famiglia, partner e amici che dai diseredati esiliati, nostri ospiti non invitati. La violenza domestica resta la forma principale di mortificazione sessuale e affettiva delle donne, ma sarebbe vano aspettare che Serracchiani, prigioniera dell’evidenza dei più, la trovi più deprecabile delle aggressioni sessuali ad opera di ospiti ingrati.

Segue qui:

http://www.psychiatryonline.it/node/6790

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...