Thanopulos: 13 ragioni perché

di Sarantis Thanopulos, il manifesto, 13 maggio 2017

La Nuova Zelanda ha creato una categoria di censura, su misura, per la serie televisiva di Netflix “13 ragioni perché”. La sua visione è stata interdetta ai minori di 18 anni che non sono in compagnia di un adulto. La serie, tratta dall’omonimo best seller di Jay Asher, parla delle ragioni che hanno spinto al suicidio Hannah, una ragazza vittima di stupro. La Nuova Zelanda ha il più alto tasso di giovani suicidi tra i paesi di OCSE. Si uccidono in media due a settimana (soprattutto tra i 16-17 anni). La decisione sulla censura è stata presa dopo che diversi organismi di salute mentale hanno sostenuto che la serie glorifica il suicidio e potrebbe indurre azioni imitative. Secondo i censori il suicidio della giovane protagonista è trattato “fatalisticamente” e la sua morte presentata come logica, inevitabile conseguenza dello stupro.

Secondo l’ “Ufficio di Film e Letteratura” di Nuova Zelanda è estremamente dannoso presentare la violenza sessuale come ragione sufficiente per suicidarsi. Le persone si uccidono a causa di una malattia mentale e non semplicemente perché qualcuno è stato crudele con loro e dopo un lucido ragionamento. La serie manderebbe un messaggio sbagliato alle vittime di crimini sessuali. Le autorità neozelandesi hanno agito sulla base di una preoccupazione reale e nell’intento di limitare possibili danni. Ci si può chiedere, tuttavia, se anche il loro non sia un messaggio sbagliato. Non sembra che conoscano il meccanismo di diffusione (per apparente imitazione) di una patologia psichica. Quando il nostro apparato psichico è in assetto difensivo, rigido, perché non riesce a far fronte a condizioni di perturbazione grave del nostro rapporto con la realtà,  ricorre a soluzioni che mirano a liquidare le tensioni, piuttosto che a trovare vie d’uscita realmente valide. Soffre di miopia: si accontenta del sollievo immediato, ma si infligge distorsioni che, se si stabilizzano, compromettono il suo futuro, la creatività e la sanità del suo funzionamento.

Segue qui:

http://www.psychiatryonline.it/node/6781

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...