Silva: “Obama l’Imperatore”

Si siede sul mio lettino, la sua voce è bassa, la sua eleganza senza tempo. Ma ha perso

di Umberto Silva, ilfoglio.it, 24 maggio 2017

I trionfi milanesi e la dolce Toscana non bastano a calmare Barack Obama, e nemmeno possono fare miracoli i saporiti cibi di Massimo Bottura, lo chef che tutto il mondo c’invidia, così come non lo distraggono il golf e le passeggiate in bicicletta. E probabilmente non bastano neppure le clamorose sbadataggini di Trump, il presidente più sgangherato della Terra, al punto che persino Kim Jong-un riesce a farsene beffa. C’è qualcosa d’altro in quell’uomo misterioso e fatale, bello, nero e pensieroso, qualcosa che da qualche tempo cerco d’individuare. Eccolo. Entrato nel mio studio, mi stringe freddamente la mano guardandomi come guarderebbe chiunque altro, un pitone, il ministro della Sanità, il manubrio di una bicicletta. Anche oggi mi si presenta un Obama nervoso, come ieri e come sempre, il paziente più nervoso che io abbia mai avuto nella mia lunga storia. Ho visto e sentito e percepito di tutto ma lui è diverso, non è di questa epoca, Obama è nervoso come lo si era negli anni Cinquanta, quando la signora si vestiva per il ballo e la cameriera zittiva i bambini: “Ssst, vostra madre è molto nervosa”. Oggi la parola ‘nervosa’ è quasi scomparsa, vanno di moda aggettivi più alla mano come irrequieto, teso, irritabile, suscettibile, collerico, nevrastenico, isterico e, naturalmente, stressato. Ma per me Obama resta un uomo nervoso; lo noto da come sta in piedi guardandosi attorno scrutando la finestra e i miei libri, da come mi porge la mano, consapevole che qualunque mano lui possa stringere, quella dell’amico o del nemico, dell’arabo o dell’ebreo, nulla accadrà: tutto in lui è rimandato a un futuro che pare non avere futuro.

Segue qui:

http://www.ilfoglio.it/la-politica-sul-lettino/2017/05/24/news/obama-l-imperatore-136061/

Annunci

One thought on “Silva: “Obama l’Imperatore”

  1. C’è qualcosa di inquietante in quest’articolo, sospeso com’è in un’atmosfera irreale. Fantasie megalomani di un analista? Beh, viva la sincerità!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...