Novant’anni dopo la pubblicazione di ‘Essere e Tempo’, cosa resta di Heidegger

La prima edizione del capolavoro del filosofo tedesco è dell’aprile del 1927. Ecco cosa ci dice ancora oggi l’opera che ha voluto demolire la storia del pensiero occidentale

di Marco Pacini, espresso.repubblica.it, 26 aprile 2017

Metà degli anni Venti, Foresta Nera. Il figlio del sagrestano di Meßkirch trascorre le sue giornate nella hütte, la baita a 1000 metri di altitudine fatta costruire nei pressi del paesino di Todtnauberg. Riordina appunti, passeggia, scrive. Spesso al lume di candela. Non c’è elettricità. Ha 36 anni e si è già fatto notare negli ambienti filosofici tedeschi per i suoi corsi a Friburgo (quello su Aristotele è da poco stato pubblicato in Italia da Adelphi). Ma non è ancora “Il mago di Meßkirch”, lo “sciamano del pensiero” che di lì a poco il mondo scoprirà. E il 1933, quando aderirà di slancio al nazismo, è ancora abbastanza lontano. Martin Heidegger non è ancora “il caso Heidegger”, insomma. Un caso che si protrarrà fino ai giorni nostri con la pubblicazione dei “Quaderni neri”, gli appunti stesi nel corso di un decennio che secondo l’interpretazione prevalente lo inchiodano per sempre al nazismo, all’antisemitismo. In quella baita sta prendendo forma “Essere e tempo”. L’opera incompiuta, che insieme al Tractatus di Ludwig Wittgenstein ha segnato maggiormente la riflessione filosofica del Novecento, estendendo la sua influenza a diverse altre discipline. E in definitiva allo “spirito del tempo”, che ne esce mutato, compreso più a fondo, scandagliato fino a farne emergere tutti i contrasti, a cominciare da quello tra una macchina, un impianto planetario sempre più complesso e potente e un uomo nudo, elementare. Che va ripensato alla luce del concetto di “essere”, «Il più generale e vuoto di tutti».

Segue qui:

http://m.espresso.repubblica.it/plus/articoli/2017/04/26/news/novant-anni-dopo-la-pubblicazione-di-essere-e-tempo-cosa-resta-di-heidegger-1.300305

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...