Uno jihadista su lettino psicanalista

Tra proiezione e archetipi indagine Nella mente di un terrorista

di Gioia Giudici, ansa.it, 19 settembre 2017

LUIGI ZOJA ‘NELLA MENTE DI UN TERRORISTA’ (EINAUDI – PP 104. EURO 12,00) – Concetti come nevrosi e archetipi, paranoia e cupio dissolvi per capire l’Isis: c’è uno jihadista sul lettino dello psicanalista nell’interessante volume ‘Nella Mente di un terrorista’, una conversazione dello junghiano Luigi Zoja con il giornalista italo-algerino Omar Bellicini, pubblicata da Einaudi nella collana Le Vele. Al centro della conversazione, le motivazioni che spingono un giovane a radicalizzarsi. Tutto questo con un’avvertenza di Zoja: “Comprendere non è giustificare. Fa più rima con riflettere che con il verbo accettare. Bisogna capire cosa abbiamo di fronte”. A essere analizzati sono alcuni degli elementi ricorrenti tra i militanti, a partire – racconta Bellicini – dalla ricerca ossessiva dell’identità, tanto tra gli ex appartenenti del partito Baath di Saddam che si sono ritrovati in minoranza nel loro paese, perdendo i loro riferimenti psicologici, quanto tra i giovani di seconda e terza generazione, non perfettamente integrati dal punto di vista sociale, che vedono il radicalismo come risposta a un’identità fragile.

Segue qui:

http://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/unlibroalgiorno/2017/09/19/uno-jihadista-su-lettino-psicanalista_b07b2bf6-3cb8-443e-83c3-f24477d86bdc.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...