Campagner: “Cerchiamo un governo, ma siamo buoni primi ministri di noi stessi?”

Circola un’ansia strana, quasi tante persone si fossero immedesimate in tanti presidenti della Repubblica. Alle prese con il problema del governo. Diario di una seduta

di Luigi Campagner, ilsussidiario.net, 21 marzo 2018

La tornata elettorale è ormai alle spalle e di governi possibili (per ora) nemmeno l’ombra. Le urne hanno scodellato in grembo al parlamento un rebus che metterà alla prova il pensiero politico di Mattarella, nel senso che il pensiero non è solo una presa d’atto della realtà — la famosa contemplazione su cui si è adagiata la filosofia greca —, ma una comprensione di essa che avviene attraverso la sua trasformazione. Pensare la realtà significa trasformarla. Sulla riservatezza di Mattarella non serve spendere parole, difficilmente verremo a sapere qualcosa dei suoi sogni o dei suoi incubi di questo periodo. Eppure potrebbero avere un certo rilievo, non solo per la parentela tra rebus e sogno già sottolineata da Freud a suo tempo, ma anche perché i primi sogni interpretati in chiave razionale e non magica sono stati i sogni (preoccupati) di un politico, assillato “da vacche grasse che diventavano magre”. Si è poi detto (e scritto) che la corretta interpretazione di quel sogno faraonico da parte del Giuseppe biblico, abbia garantito all’Egitto (la superpotenza dell’epoca) un lungo periodo di prosperità. Alcune persone che mi fanno visita nella mia veste (personal/professionale) di psicoanalista, si stanno svegliando in questi giorni con un’ansia strana, quasi fossero immedesimati in tanti presidenti della Repubblica. Un’ansia che non provavano da tempo e iniziavano a pensare che se ne fosse ormai andata. Invece no. Eccola che lì che bussa di nuovo alla porta di casa, turbando, allarmando, preoccupando.

Segue qui:

http://www.ilsussidiario.net/News/Cultura/2018/3/21/LETTURE-Cerchiamo-un-governo-ma-siamo-buoni-primi-ministri-di-noi-stessi-/812500/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...