“Lessico civile” di Massimo Recalcati: articoli e puntate

V puntata – La libertà

da raiplay.it, 27 aprile 2020

Al link la puntata: 

https://www.raiplay.it/video/2020/04/Lessico-civile—La-liberta-3a913165-df80-4f52-91c1-255be3facf51.html

IV puntata – Il fanatismo

da raiplay.it, 20 aprile 2020

Al link la puntata: 

https://www.raiplay.it/video/2020/04/Lessico-civile—Il-fanatismo-dadb4b0e-c273-4bad-9a72-7227958d64ad.html

III puntata – L’ignoranza

da raiplay.it, 13 aprile 2020

Puntata di Lessico Civile dedicata al tema dell’ignoranza. Massimo Recalcati, con l’aiuto della filosofa Luigina Mortari, analizza questo tema che riguarda la manipolazione delle masse attraverso la distruzione della cultura. Tutti gli autoritarismi si fondano sulla propaganda e mettono al bando la libera circolazione delle idee, lo spirito critico, i libri. Ogni forma di fondamentalismo afferma l’esistenza di una sola lingua, e ciò contrasta con il principio stesso su cui si basa la democrazia che si fonda sul plurilinguismo. Citazioni cinematografiche, letture, servizi filmati segnano la punteggiatura della lezione di Recalcati.

Al link la puntata:

https://www.raiplay.it/video/2020/04/Lessico-civile—L-ignoranza-b3dd1073-be16-41d3-9f42-4100b7fbfc84.html

Il lessico di Recalcati e quelle parole che sembrano cadute dall’alto

Chiunque ha pratica d’insegnamento sa che la cosa più facile ma più perniciosa nei confronti degli studenti è atteggiarsi a guru. Il suo pubblico sembra fatto di fan

di Aldo Grasso, corriere.it, 9 aprile 2020

Non è facile scrivere di Massimo Recalcati, dopo aver visto una puntata dedicata all’odio, che è una «passione dell’essere», secondo Lacan: Lessico civile (Rai3). Ogni parola potrebbe ritorcersi contro. Le vecchie zie dicevamo «chi disprezza ama». Recalcati dice, citando Lacan, che l’odio invidioso nasce dalla fascinazione verso chi noi desidereremmo essere ma non siamo, dice che l’io proietta ciò che non accetta di sé stesso.

Segue qui:

https://www.corriere.it/spettacoli/20_aprile_09/lessico-recalcati-quelle-parole-che-sembrano-cadute-dall-alto-d9efba5c-7a7c-11ea-880f-c93e42aa5d4e.shtml

II puntata – L’odio

da raiplay.it, 6 aprile 2020

Massimo Recalcati legge in chiave psicoanalitica l’odio e ne esplora le differenze rispetto ad altri sentimenti oscuri dell’umanità. Con l’aiuto della filosofa Laura Boella, spiega che mentre l’aggressività e la rabbia sono sentimenti impulsivi e disordinati, l’odio è una passione lucida che colpisce al cuore il nemico, l’odio è una pianificazione di annientamento. L’odio mette in atto quello che per la psicoanalisi è il fenomeno della proiezione nei confronti dell’altro, l’io proietta ciò che non accetta di se stesso. L’omofobia o la censura sono paradossalmente forme di negazione dei propri desideri inconsci. L’odio è quindi sospensione della legge della parola, evitamento delle vie tortuose del linguaggio, negazione del dialogo.

Al link la II puntata:

https://www.raiplay.it/video/2020/03/Lessico-civile—L-odio-60794482-4458-40e9-9730-5ca79b4fb53f.html

Lessico Civile – L’odio

di redazione, rai.it, 6 aprile 2020

Massimo Recalcati nella seconda puntata di Lessico Civile, in onda lunedì 6 aprile alle 23.15 su Rai3, legge in chiave psicoanalitica l’odio e ne esplora le differenze rispetto ad altri sentimenti oscuri dell’umanità. Mentre l’aggressività, la rabbia sono sentimenti impulsivi e disordinati l’odio, citando Lacan, è una passione lucida che colpisce al cuore il nemico, l’odio è una pianificazione di annientamento. L’odio mette in atto quello che per la psicoanalisi è il fenomeno della proiezione nei confronti dell’altro, l’io proietta ciò che non accetta di se stesso. L’omofobia o la censura sono paradossalmente forme di negazione dei propri desideri inconsci. L’odio è quindi sospensione della legge della parola, evitamento delle vie tortuose del linguaggio, negazione del dialogo. Citazioni cinematografiche, letture, servizi filmati segnano la punteggiatura della lezione di Recalcati. Il programma è arricchito da un intervento sull’odio della filosofa Laura Boella.

https://www.rai.it/ufficiostampa/assets/template/us-articolo.html?ssiPath=/articoli/2020/04/Lessico-Civile-da-verificare-ultima-frase-6a59de56-d075-4c9f-b30a-45ba6014529e-ssi.html

I puntata – Il confine

da raiplay.it, 30 marzo 2020

Il confine è un tema molto attuale, che Massimo Recalcati – con l’aiuto di Erri De Luca – esplora con citazioni cinematografiche, repertori, servizi filmati per farci capire quanto la pulsione securitaria abiti la psiche umana, e che in molti periodi della storia questa pulsione ha fatto sì che prendessero piede regimi totalitari. Freud stesso, di fronte al montare del nazismo che lo costrinse all’esilio a Londra, non esita a scrivere che gli esseri umani sono assetati di obbedienza. Ma l’animo umano è anche abitato dal desiderio di libertà e dal pensiero critico. Il riconoscimento della paura verso il diverso, lo straniero, il riconoscimento delle nostre pulsioni inconsce è il primo passo per rendere il confine permeabile e sviluppare l’accoglienza e l’ospitalità.

Al link la I puntata:

https://www.raiplay.it/video/2020/03/Lessico-civile—Il-confine-56a1a60e-876e-447b-92c7-1e71a036ad57.html

Lessico Civile

Massimo Recalcati torna su Rai3 con la nuova stagione

di redazione, rai.it, 29 marzo 2020

Il confine, l’odio, l’ignoranza, il fanatismo, la libertà sono questi i temi che Massimo Recalcati affronta nella nuova edizione di Lessico, in onda lunedì 30 marzo, alle 23.15, su Rai3. Lessico civile appunto, in un’epoca in cui la psicoanalisi può essere la chiave di lettura migliore per approcciare i fenomeni collettivi caratterizzati da rapidi cambiamenti e da una percezione diffusa di caos. Più che la psiche individuale qui è centrale la psiche collettiva. Attraverso l’uso di filmati, citazioni cinematografiche, brevi analisi di intellettuali, repertori storici, recitazione di brani letterari, Massimo Recalcati ci propone una lettura del tutto originale di quella che il padre della psicoanalisi Freud definiva “Psicopatologia delle Masse” nel celebre saggio del 1926. E in ogni puntata il pubblico diventa parte attiva e integrante del programma attraverso le domande poste al grande psicoanalista.Un appuntamento importante per riflettere sui fenomeni collettivi contemporanei, che molto incidono sulla nostra vita quotidiana.
Argomento della prima puntata è “Il confine “, un tema molto attuale, che Massimo Recalcati esplora con citazioni cinematografiche, repertori, servizi filmati per farci capire quanto la pulsione securitaria abiti la psiche umana, e che in molti periodi della storia questa pulsione ha fatto sì che prendessero piede regimi totalitari. Freud stesso di fronte al montare del nazismo che lo costrinse all’esilio a Londra, non esita a scrivere che gli esseri umani sono assetati di obbedienza. Ma l’animo umano è anche abitato dal desiderio di libertà e dal pensiero critico. Il riconoscimento della paura verso il diverso, lo straniero, il riconoscimento delle nostre pulsioni inconsce è il primo passo per rendere il confine permeabile e sviluppare l’accoglienza e l’ospitalità.Un intervento di Erri De Luca e il consueto dibattito con il pubblico chiudono l’appuntamento.

https://www.rai.it/ufficiostampa/assets/template/us-articolo.html?ssiPath=/articoli/2020/03/Lessico-Civile-b70b53f8-1a91-45b6-81c2-4721f08b5d34-ssi.html

Il ‘Lessico civile’ di Massimo Recalcati torna in tv e io non mi spiego il perché

di Maurizio Montanari, ilfattoquotidiano.it, 28 marzo 2020

Sta per andare in onda la terza serie del “Lessico”, stavolta ‘civile’, col quale Massimo Recalcati tornerà ad illustrare il suo pensiero sulle umane passioni. A detta di molti è giunto il momento di interrogare la Rai su quale idea di cultura intenda veicolare riproponendo un format imperniato sul singolo che parla ad una platea non esattamente votata al contraddittorio. Formula nuova tre anni fa, oggi scemata nella logica della ripetizione di un cliché che non ha saputo modificarsi, refrattario a qualsiasi dato di ascolto. Sì perché, più prosaicamente, è oltremodo lecito chiedere quanto costi alle nostre tasche un’operazione non suffragata da un adeguata risposta di audience, visto che nella seconda serie gli ascolti calarono nettamente, facendo indirettamente impennare quelli di Maurizio Crozza con la sua ‘psicobanalisi’. Rivolsi a suo tempo questa domanda dalle colonne del Fatto, senza ottenere risposta.

Segue qui:

https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/03/28/il-lessico-civile-di-massimo-recalcati-torna-in-tv-e-io-non-mi-spiego-il-perche/5751565/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...