Covid e scuola, Massimo Ammaniti: «Bambini con la mascherina? Sarà dura. Insegnanti e genitori dite ai piccoli che il loro aiuto servirà»

Il noto psicoanalista dell’età evolutiva: «L’unico contatto tra alunni e docente saranno gli occhi. Invece per i più piccoli la comunicazione implicita, tramite il volto e il sorriso, è fondamentale. Si potrebbero utilizzare mascherine trasparenti»

di Clarida, Salvatori, roma.corriere.it, 20 agosto 2020

«A scuola servono mascherine trasparenti, specie per chi lavora con i più piccoli. E con loro le maestre devono inventare giochi: “Giovanni, sai dire chi è il compagno seduto laggiù?”». Massimo Ammaniti, noto psicoanalista dell’età evolutiva, si dice sconcertato dall’assenza di proposte in merito a un aspetto fondamentale del tornare in classe in sicurezza, quello legato alle conseguenze psicologiche per i bambini. «Si parla tanto di distanziamento, mascherine obbligatorie, cosa fare se le aule sono troppo piccole: tutti provvedimenti giustificabili dalla necessità di fermare i contagi da Covid, naturalmente. Ma ci sono anche altri problemi dei quali prendere coscienza. E mi fa un certo effetto che nessuno ci pensi o ne parli».

Lo spieghi lei: come cambierà la vita tra i banchi per i bambini?
«Nessuno riflette in merito al fatto che quest’anno l’organizzazione della scuola sarà rigida, un po’ come quella del passato, e porrà grossi limiti».

Segue qui:

https://roma.corriere.it/notizie/cronaca/20_agosto_20/ammaniti-sara-durainsegnanti-genitoridicano-bambiniche-loro-aiuto-servira-ac21d9ae-e31b-11ea-89b3-b56dd0df2aa2.shtml

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...