Thanopulos, Nociforo: “L’angoscia erotica del contagio”

di Sarantis Thanopulos, Nicola Nociforo, il manifesto, 19 settembre 2020

Nicola Nociforo: “Il ritrovamento del corpo dilaniato di un bimbo nel bosco in cui era stato portato dalla madre nel mese di Agosto, mi ha fatto pensare ai corpi dilaniati di ogni guerra, o sciolti nell’acido della violenza mafiosa, o dispersi nel Mediterraneo nei terribili attraversamenti della speranza. C’è un filo conduttore tra questi immani segni della tragedia umana? I bambini e le bambine, le donne e gli uomini i cui corpi smembrati e insepolti giacciono nel fondo o sulla superficie dei nostri mari, cercavano rifugio dalle guerre e dalle tirannie, dai morsi dilanianti della fame. Esistono sempre più luoghi del mondo, e nel nostro mondo interiore, in cui ancora ogni bambino (ogni essere umano)  rischia di essere come Astianatte, strappato dalle braccia della madre Andromaca (dalle proprie radici) e scaraventato giù dalle torri di Troia. Oppure, immaginando una variante del mito, scaraventato giù dalle stessa madre terrorizzata.  

Segue qui:

http://www.psychiatryonline.it/node/8860

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...