Pozzetti studia la crisi del patriarcato

di Redazione, corrieredicomo.it, 21 settembre 2021

Che fine ha fatto il padre nella società contemporanea? Ha ancora un ruolo attivo, o è una memoria labile del passato, frutto di un retaggio che la società liquida dei nostri tempi per reiterare un’espressione abusata del sociologo Zygmunt Bauman mantiene per abitudine ma cui non dà sostanza?
Se lo chiede e ce lo chiede, fornendo illuminanti prospettive di indagine e un ampio ventaglio di riferimenti critici e bibliografici che spaziano anche al campo della sociologia, lo psicanalista comasco Roberto Pozzetti, studioso di Sigmund Freud e di Jacques Lacan, in un saggio appena pubblicato sul sito http://www.agendadigitale.eu e intitolato Dal patriarcato alla società digitale: il declino del padre e le sue conseguenze. Tema, quello del ruolo del padre e più in generale del maschio nella società di oggi, già da tempo al centro del dibattito e della ricerca, pensiamo ai saggi di Claudio Risé e in tempi più recenti di Massimo Recalcati.

La crisi
«Quello che maggiormente viene oggigiorno messo in discussione, sia più estesamente nella nostra società sia in modo circoscritto alla pratica della psicoanalisi, concerne la priorità del legame fra padre e figli nella formazione della soggettività» è l’esordio di Pozzetti. I tempi in cui al papà si dava del “voi” perché era il perno del focolare domestico, con le donne subalterne di un patriarcato che si credeva eterno, sono finiti. Segno dei tempi, segno del cambiamento radicale in atto e che parte da lontano.

Segue qui:

https://www.corrieredicomo.it/pozzetti-studia-la-crisi-del-patriarcato/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...