Montanari: “Si può disintossicare chi non vuole abbandonare la sostanza stupefacente? La risposta è no”

di Maurizio Montanari , ilfattoquotidiano.it, 3 dicembre 2022

Il servizio della trasmissione Le Iene durante il quale il giornalista propone ai due ragazzi dipendenti da crack di disintossicarsi entrando in una comunità spiega meglio di ogni esempio clinico-accademico l’inefficacia di qualsiasi trattamento disintossicante, laddove sussista un desiderio di godimento e di piacere ritenuto prevalente allo scorrere della vita stessa, oppure dove si valuti l’uso della sostanza controllabile e, dunque, irrinunciabile. Droghe, alcol, gioco d’azzardo costituiscono quel nucleo opaco che va sotto il nome di ‘godimento’, scelta insondabile di un individuo così come lo è la sua volontà di abbandonarlo o di assecondarlo per tutta la vita. Un godimento in nome del quale la volontà di ripresa e ritorno nel legame sociale abdica spesso alla passione per una sostanza stupefacente. I due ragazzi sono dipendenti dal crack, una tra le più micidiali droghe in circolazione, capace di dare assuefazione e quindi incatenare il corpo sin dalle prime inalazioni. Quel corpo che, qualora la volontà di chiudere con la sostanza e riprendere i contatti con l’altro emerga, si mette in mezzo e chiede ancora droga.

Segue qui:

https://www.ilfattoquotidiano.it/2022/12/03/si-puo-disintossicare-chi-non-vuole-abbandonare-la-sostanza-stupefacente-la-risposta-e-no/6893732/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...