Recalcati, Camon, Ravasi Bellocchio, Thanopulos, Barbetta, Ammaniti sul caso di Martina Levato

Quale futuro per il figlio di Martina di Massimo Ammaniti, la Repubblica, 24 agosto 2015 Interrogativi, dubbi, prese di posizioni si sono intrecciati in questi giorni: è giusto o perlomeno opportuno che il bambino venga affidato alla madre, Martina Levato? Ma quali sono gli interrogativi in questa vicenda drammatica? Come nel famoso film di Sidney […]

Pietro Barbetta. La follia rivisitata

di Marco Dotti, doppiozero.com, 15 aprile 2015 Se l’umanità potesse fare un sogno comune, che cosa sognerebbe? Sognerebbe Moosbrugger, i suoi occhi dolci, la sua mitezza, la simpatia che ne celano il crimine. Queste, le conclusioni cui giunge Ulrich, l’uomo senza qualità descritto da Musil, in un mondo che di qualità – rispetto al residuo mitteleuropeo […]

Considerazioni psicoanalitiche sul fondamentalismo

di Pietro Barbetta, doppiozero.com, 24 dicembre 2014 125. L’uomo folle. – Avete sentito di quell’uomo folle che accese una lanterna alla chiara luce del mattino, corse al mercato e si mise a gridare incessantemente: “Cerco Dio! Cerco Dio!”. E poiché proprio là si trovavano raccolti molti di quelli che non credevano in Dio, suscitò grandi risa. […]

La compassione tra tenerezza e crudeltà

di Pietro Barbetta, doppiozero.com, 17 novembre 2014 La compassione può creare a una serie di considerazioni, ce n’è da scrivere un libro, un’enciclopedia. Ecco un elenco nominativo parziale: commiserazione, pietà, amore, comprensione, condivisione, empatia, simpatia, antipatia, intropatia, nirvana, misericordia. È il sentimento che proviamo nella lettura di Ettore e Andromaca, oppure nel racconto del sogno […]

Gioco d’azzardo patologico

di Pietro Barbetta, doppiozero.com, 6 ottobre 2014 Il canto delle sirene costringe Ulisse a farsi legare, lo ascolta senza esserne inghiottito. Gli antichi conoscevano i pericoli dell’Aion, l’istante eterno. Finché si tratta di un fanciullo che gioca questa temporalità è necessaria e benevola, avviene dentro il legame, è un tempo circoscritto dai codici della flessibilità […]

Lo scotoma weissiano

di Pietro Barbetta, doppiozero.com 18 agosto 2014 Il libro di Rita Corsa, nota psicoanalista freudiana, su Edoardo Weiss era necessario. Il silenzio e la trascuratezza con cui psicoanalisti, psicoterapeuti e storici d’ogni tipo avevano glissato lo studio intorno al fondatore della psicoanalisi italiana è imperdonabile. Di Weiss, peraltro, si conoscono le linee di fuga prodotte, solo per […]

Della comunicazione democratica tra medico e paziente

di Pietro Barbetta, doppiozero.com, 11 marzo 2014 Nell’affrontare il rapporto medico paziente è necessario, a mio avviso, partire da due premesse ineludibili. La prima fu enunciata da Michel Foucault (1926-1984). Riguarda la caratteristica costitutiva del rapporto tra vita e Potere nella società moderna. Per gli antichi “Potere” è minacciare la morte del suddito da parte […]

La presenza dell’assenza del padre

di Pietro Barbetta, doppiozero.com, 7 gennaio 2014 Potremmo definire questo periodo storico come quello del lamento per l’assenza dei padri. E poiché ogni tendenza esprime una controtendenza, abbiamo fortunatamente anche una letteratura che insiste sull’importanza del Padre. Ivo Lizzola ha pubblicato di recente, presso Pazzini, La paternità oggi. Tra fragilità e testimonianza. Pedagogista e collega […]

Narcisismo a Cinque stelle. Quando il carisma deborda

Lo psicoterapeuta Barbetta, autore del libro I linguaggi dell’isteria, parla dei partiti in crisi e del caso Grillo di Fabio Paravisi, bergamo.corriere.it, 20 dicembre 2012 Partiti nuovi che spuntano come funghi, leader che vanno e tornano, capi partito che espellono iscritti alla prima mossa falsa, cittadini che non vanno a votare oppure vanno e insultano […]

Parabole oniriche. LA METAMORFOSI DEL SOGNATORE

di Pietro Barbetta, il manifesto, 7 aprile 2012 Gli attacchi contemporanei contro la psicoanalisi, e in favore di una tecnologia del cervello che si sbarazzi della filosofia, dell’antropologia o delle scienze sociali, assomigliano all’attacco subito dalla psicoanalisi come psicologia ebraica a cavallo tra diciannovesimo e ventesimo secolo. Ciò che è stato scritto sul sogno – ben […]