Maiolo: “Sorelle che uccidono la madre”

La «Banalità del male» non giustifica le atrocità ma getta un fascio di luce sulla distanza empatica, sulla freddezza e sul distacco emotivo di chi le compie

di Giuseppe Maiolo, ladigetto.it, 26 settembre 2021

Desideriamo precisare che tutti, anche i tre arrestati di cui parliamo oggi, vanno considerati innocenti fino a condanna definitiva. Ma un pensiero dobbiamo farlo, perché – se davvero risultassero colpevoli – l’ennesima cronaca efferata di due sorelle che uccidono la madre lascia esterrefatti. Tutti si chiedono il perché di questa violenza. Si domandano cos’è accaduto nella mente dei tre protagonisti e quale processo di rimozione o negazione abbia accompagnato la successiva finzione scenica del dopo delitto. Difficile rispondere perché tutto è complesso, per quanto l’urgenza comune di liberare il campo dall’angoscia che genera sempre un matricidio, chieda di trovare in fretta una ragione all’atrocità del male.

Segue qui:

https://www.ladigetto.it/rubriche/psiche-e-dintorni/114717-sorelle-che-uccidono-la-madre-%E2%80%93-di-g.-maiolo,-psicoanalista.html

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...